Blog: http://contracorriente.ilcannocchiale.it

Il mio testamento biologico

Io sottoscritto Melcarne Luigi, nel pieno delle mie facoltà mentali, lascio questo testamento affinché, così come accade oggi, anche nella sventurata ipotesi mi trovassi nella condizione di non poter esprimerle, le mie volontà vengano rispettate.

Con questa non giudico la morale di nessuno e tanto meno impongo la mia, ma la metto al riparo da possibili atti di sciacallaggio che potrebbero venire, ad esempio:

Ecco perchè io PRETENDO che, qualora mi trovassi in una situazione irreversibile di perdita delle funzioni corticali e coma irreversibile, ogni atto terapeutico non finalizzato al miglioramento della mia condizione venga interrotto, ivi compreso respirazione assistita, nutrizione parenterale, idratazione, dialisi e trasfusioni.

In fede, Luigi Melcarne


OGGI CONSIGLIAMO: Giuseppe Cascini

Pubblicato il 13/2/2009 alle 23.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web