.
Annunci online

contracorriente
diciamo ciò che pensiamo, liberamente
POLITICA
8 gennaio 2009
Razzismo strisciante

    Quando i cretini parlano la cosa migliore è "zzare l'anca e pisciare", ma se questi cretini ci governano le cose cambiano.
   Ci avevano già provato a livello nazionale, ora ci provano nel loro territorio, accade così che in Friuli la Lega arrivi a chiedere ai medici di non curare (se non in emergenza) i clandestini ma anzi di denunciarli per poterli rispedirli a casa loro, chiaramente ancora malati.
   Secondo questi luminari, nuovi filosofi del ventunesimo secolo, essere un uomo non basta per avere diritto a delle cure, non si possono spendere soldi per chi "non esiste".
   I medici dovrebbero diventare dei delatori, infrangere quello che è il giuramento di Ippocrate.
   Ma poi, anche l'uomo più razzista dotato di un minimo di cervello (effettivamente è un antitesi) capirebbe che assistere anche i clandestini è nel suo interesse; se corressero il rischio di essere denunciati infatti chiaramente non si presenterebbero più presso i servizi sanitari, nascerebbe quindi una sanità clandestina, magari nelle mani della malavita; per non contare il rischio di epidemie che potrebbero svilupparsi, ma su questo punto il geniale Narduzzi ribatte "Questo è terrorismo mediatico. Epidemie non ce ne sono mai state, al limite il pericolo è quello di attentati", ma dati alla mano si osserva come attentati per mano di clandestini non vi siamo mai stati in Italia e comunque nessun infermo è mai stato arrestato per terrorismo mentre, a causa delle ondate migratorie, ritornano in Italia malattie come la TBC (che non rientra tra quelle che devono essere trattate in emergenza o in urgenza).
Che schifo, e pensare che la sinistra continua ad ammiccare sempre più insistentemente a questi porci leghisti.

MelGigi
OGGI CONSIGLIAMO:
Beppe Severgnini


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. razzismo lega clandestini medicina sanità

permalink | inviato da melgigi il 8/1/2009 alle 9:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
POLITICA
6 giugno 2008
Si è svegliato Morfeo (senza offesa)

Finalmente ha ripreso ad esprimersi il nostro Presidente della Repubblica, forse mosso dalle accuse che gli sono state rivolte lunedì scorso da Travaglio, su Passaparola, in quanto “complice” della mal gestione politica del problema rifiuti in Campania (visto che è lì che prima di entrare al Quirinale aveva il suo collegio elettorale) o forse per pura difesa dei suoi conterranei napoletani, fatto sta che ha trovato il coraggio di controbattere alle ormai consuete illazioni della Lega Nord.

In questi ultimi tempi si è assistito ad un attacco mediatico, su cui il Carroccio ha marciato, nei confronti dei campani, disegnati come criminali votati alla sporcizia e al disordine pubblico. Per fortuna Napolitano ha ricordato che, sulla base di fatti che anche inchieste parlamentari hanno confermato, quello dei rifiuti non è un problema imputabile SOLTANTO alla camorra e alle cattive abitudini dei napoletani, ma che esistono traffici volti a trasferire rifiuti altamente tossici dalle industrie del nord, dove la legislazione è più severa (e qui emergono le responsabilità della politica), in territorio campano, con risparmi notevoli sul non-trattamento dei rifiuti e con il beneplacito della Camorra che, sentendo profumo di denaro, ne ha approfittato per imporre il pizzo alle società coinvolte.
A queste dichiarazioni hanno immediatamente fatto seguito le proteste della Lega, convinta di aver subito un’offesa all’onore e che si voglia far passare per “cattivoni” i settentrionali.
Ma ecco che arriva la pronta risposta di Napolitano con la quale tiene a precisare che le parole del giorno prima intendevano sollecitare soluzioni del problema a Napoli, non al Nord, mettendo a tacere di fatto i verdi padani e inoltre ha chiesto che il governo riferisca in aula sui fatti in questione.
La seconda presa di posizione del Presidente in due giorni fa ben sperare per il futuro visto che i provvedimenti che il governo si appresta a varare su vari fronti, non solo su quello dei rifiuti, calpestano la Costituzione e quindi se i suoi interventi saranno sempre così opportuni ben vengano.

Manthix

L'articolo: Lorenzo CREMONESI

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napolitano lega napoli rifiuti camorra morfeo

permalink | inviato da Manthix il 6/6/2008 alle 14:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
20 aprile 2008
Sicurezza

Ci risiamo, l’ultimo episodio di cronaca riapre l’argomento sicurezza dando adito a tutte quelle speculazioni populistiche che negli ultimi tempi hanno condizionato anche la campagna elettorale. Il fatto a cui mi riferisco è quello della ragazza trentunenne stuprata e accoltellata a Roma da un cittadino rumeno. Nessuno vuole difendere Joan Rus, che ha commesso un reato spregevole, ma ritengo che in queste occasioni non bisogna farsi coinvolgere troppo emotivamente dai fatti per poter analizzare in tutta onestà intellettuale l’accaduto. Solo in questo modo si può riuscire a trovare il bandolo della matassa e risolvere il problema alla radice senza doversi sporcare la coscienza con provvedimenti che non rendono giustizia ma che servono solo a dare un contentino all’opinione pubblica.
C’è chi, soprattutto nella Lega fresca di vittoria elettorale, propone la soluzione più facile e banale: espellere rom e rumeni (come se la differenza tra le due etnie fosse trascurabile) in quanto potenziali delinquenti; come se Bossi & Co. fossero i Precoc di “Minority Report”.
Bisognerebbe chiedersi piuttosto come mai sempre più spesso incappano nella rete (bucata) della giustizia cittadini stranieri. C’è sicuramente un problema di natura sociale, derivante dal fatto che proprio per paura dello “straniero” si tende a chiudere le barriere dell’integrazione e di conseguenza egli viene coinvolto in un processo di ghettizzazione che non fa altro che indurlo alla criminalità. Poi c’è anche un problema di natura strutturale, derivante dall’assoluta inadeguatezza della cosiddetta legge Bossi-Fini (che doveva essere la soluzione ai problemi dell’immigrazione e della criminalità) a controllare i flussi migratori. In pochi infatti sanno che a causa del labirinto burocratico a cui questa legge sottopone chi vuole procurarsi un permesso di soggiorno diviene più conveniente entrare da clandestino piuttosto che da regolare, anche perché se vieni sorpreso sul territorio italiano da clandestino ti si intima di andar via, se invece vieni sorpreso con un permesso di soggiorno scaduto allora ti si accompagna direttamente all’aereo che ti rispedisce a casa. Per questo la Bossi-Fini non fa altro che incentivare l’immigrazione clandestina e scoraggiare chi invece vorrebbe venire qui in Italia per studio o per lavoro.
Ma questo non significa che bisogna sopportare questi reati fino a quando, tra cinquant’anni, non si sarà risolto il problema dell’integrazione e trovato una buona legge che regolamenti l’immigrazione. Il problema và anche combattuto, ma nei tribunali, non nelle piazze, e soprattutto con l’auspicio che le pene vengano applicate, magari grazie ad una semplificazione delle procedure giudiziarie.

Manthix


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sicurezza rumeni lega immigrazione criminalità

permalink | inviato da Manthix il 20/4/2008 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Autori

Manthix
Melgigi


Link consigliati

 




Iniziative

ombre extra parlamentari

Diffondi il progetto Ombre Extraparlamentari, copia il codice:

 







Basta!



passaparola

STOP ALL'USO DEI BAMBINI SOLDATO!





Supporta Ecoogler.com, Il motore di ricerca ecologico



Sostieni Contracorriente

contracorriente


 

 

contracorriente

 

contracorriente

 


directory blog Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog